Tu sei qui

Identità e statuto dell’embrione umano

Pontificia Accademia per la Vita

LEV,
Città del Vaticano 1998
Anno di edizione originale: 1998
ISBN: statuto-embrione

Il presente volume, a cura della Pontificia Accademia per la Vita, raccoglie al suo interno i contributi di autorevoli studiosi che, a distanza di qualche anno dall’approvazione da parte del Comitato Nazionale di Bioetica del documento “Identità e statuto dell’embrione umano”, hanno inteso porre al centro delle loro riflessioni l’embrione umano, mediante un approccio trasversale e interdisciplinare.

Il testo si apre con l’introduzione di Elio Sgreccia e con le riflessioni, in chiave storico-dottrinale, di Ignacio Carrasco de Paula e di  Salvino Leone.

L’indagine poi prosegue attraverso un approfondimento di Laura Palazzani sul concetto filosofico di persona e sulle sue implicazioni nel dibattito bioetico e biogiuridico in ordine allo statuto dell’embrione umano e con le riflessioni di Livio Melina, concernenti le Questioni epistemologiche relative allo statuto dell’embrione umano, seguite dalle riflessioni di P. Angelo Serra e Roberto Colombo, aventi ad oggetto il contributo della biologia sull’argomento.

Alcuni dei successivi capitoli sono dedicati allo studio del tema dal punto di vista antropologico: Lo statuto antropologico dell’embrione umano a cura di P. Ramon Lucas Lucas e Lo statuto dell’embrione alla luce della antropologia teologica a cura di P. Jean Laffitte.

Concludono il volume i contributi di Adriano Pessina riguardante le linee per una fondazione filosofica del sapere morale, di Mauro Cozzoli, il quale si è soffermato sugli aspetti etico normativi dell’embrione umano, e infine di Luciano Eusebi sulla tutela giuridica dell’embrione umano.

Si tratta di un volume estremamente interessante, molto utile per tutti coloro che intendono approfondire lo studio dell’embrione umano in un’ottica interdisciplinare, offrendo numerosi spunti di riflessione su un argomento attorno al quale il dibattito scientifico è tutt’altro che sopito.