Tu sei qui

Padre Angelo Secchi e l’inizio dell’astrofisica moderna nel II centenario della Nascita

Roma
Sabato, 28 Aprile 2018

All’interno del convegno: “Oltre la terra. Alla ricerca della vita”, segnaliamo la lezione di Giuseppe Tanzella-Nitti dedicata a Padre Angelo Secchi. La giornata è organizzata dal Centro Studi Astronomici.

Angelo Secchi (1818-1879) fu una delle figure scientifiche che maggiormente influì sulla nascita della moderna astrofisica, avendo inaugurato la classificazione e l’analisi degli spettri elettromagnetici dei corpi celesti: grazie ad essi l’astronomia ottiene le principali informazioni sulla struttura, composizione chimica, dinamica ed evoluzione non solo dei corpi più vicini, ma anche di quelli distribuiti su scala galattica e cosmologica. L’interesse per la sua figura deriva anche dal fatto che Secchi riflette, nella sua vita di scienziato e di sacerdote cattolico, le implicazioni e le tensioni – sociali, politiche e culturali – di uno dei periodi storici più complessi e importanti della storia d’Italia, quello della metà del XIX secolo, che vedrà la trasformazione dell’immagine socio-politica della Chiesa cattolica in Italia e la nascita del Regno d’Italia con Roma capitale. Nella sua vita di credente, egli affrontò alcuni importanti temi del dibattito culturale fra scienze naturali e fede cristiana, maturati nel XIX secolo ma destinati ad accompagnare buona parte delle epoche successive. L’astronomia italiana, infine, deve a Secchi la nascita della sua prima associazione professionale del settore, avendo egli fondato nel 1871, insieme a Pietro Tacchini, la “Società degli Spettroscopisti italiani”, dalla quale decenni dopo prenderà poi avvio, nel 1920, la contemporanea Società Astronomica Italiana.

Sede:

Sala della Promoteca
Piazza del Campidoglio, 55
ore 15.00
info@centrostudiastronomici.it