Tu sei qui

Umanesimo scientifico

Anno di redazione: 
2002
Enrico Cantore

I. Introduzione. 1. Una definizione. 2. La sfida. 3. La metodologia. - II. L'umanizzazione secondo l'ideale biblico di sapienza. 1. La vita umana tende verso il suo perfezionamento coltivando una intima sensibilità, di natura trascendente, verso la realtà circostante. 2. L'intima sensibilità del "cuore" fa maturare l'uomo rivelandogli la sua dignità; attraverso tale sensibilità, l'uomo dà il suo intimo assenso a Dio, che si rivela nella realtà delle cose esistenti, disponendosi ad entrare in comunione con lui. 3. L'assenso a Dio nella donazione di sé, coincide in definitiva con il servizio ai più bisognosi e conduce ad una piena realizzazione di sé, sia personale che collettiva. - III. L'umanizzazione, completata e messa alla prova dalla scienza: la quasi-creatività. 1. La scienza è la risposta del cuore umano di fronte alla realtà osservabile, accompagnata da una certa riverenza, per raggiungere una comprensione razionale dell'universo. 2. L'attività scientifica ha mostrato che la personalità umana possiede una capacità, prima non pienamente manifestata, che possiamo chiamare "quasi-creatività". 3. La quasi-creatività resa possibile dalla scienza resta insufficiente, da sola, per una corretta umanizzazione. - IV. Contenuto e criteri di un umanesimo scientifico alla luce della sapienza biblica. 1. Un personale convincimento circa la corrispondenza fra le aspirazioni del cuore umano e l'invito paterno di Dio a collaborare con lui nella creazione. 2. Riconoscere, nella propria coscienza, l'obbligo di formulare un'intima e continua risposta a Dio, consapevoli della propria capacità "quasi-creativa". 3. Valorizzare il ruolo del sacrificio e della sofferenza nel processo di umanizzazione e nella risposta alla chiamata di Dio a realizzarsi come persona. 4. Un personale coinvolgimento nel promuovere la dignità umana, specie nei riguardi delle persone maggiormente bisognose.

 

La voce è consultabile soltanto sul Dizionario pubblicato in cartaceo.