Tu sei qui

Tecnologia e progresso scientifico

"In primo luogo, dunque: bisogna dire “sì” al nostro tempo. Il problema non sarà risolto con un tornare indietro, né con un capovolgimento o con un differimento; e neppure con un semplice cambiamento o miglioramento. Si avrà la soluzione soltanto andandola a cercare molto in profondità […].
Deve essere possibile seguire la tecnica nella strada su cui essa persegue uno scopo che abbia veramente un significato, permettere alle forze di tale tecnica di sviluppare tutto il loro dinamismo, anche se ciò dovesse sconvolgere l’antico ordine con le sue strutture; ma, nello stesso tempo, creare un ordine nuovo, un nuovo cosmo che dovrà sortire da una umanità portatasi a livello di queste forze".
R. Guardini, Lettere dal Lago di Como. La tecnica e l’uomo, Morcelliana, Brescia 1993, pp. 99-100.
Romano Guardini
Dataordinamento decrescente Titolo Opera
1925 La tecnica e l’uomo

Lettere dal Lago di Como, dalla IX lettera

Edmund Husserl
Dataordinamento decrescente Titolo Opera
1938 La crisi delle scienze quale espressione della crisi di vita dell'umanità europea

da La crisi delle scienze europee e la fenomenologia trascendentale

Augusto del Noce
Dataordinamento decrescente Titolo Opera
1969 Civiltà tecnologica e cristianesimo

da L'epoca della secolarizzazione

Evandro Agazzi
Dataordinamento decrescente Titolo Opera
1998 La tecnoscienza e l’identità dell’uomo contemporaneo

da un saggio pubblicato su La tecnica, la vita, i dilemmi dell'azione. Annuario di filosofia, Milano