Tu sei qui

Convegni ed eventi

Trieste - Venerdì, 10 Febbraio 2017 - Giovedì, 15 Giugno 2017

Il laboratorio Scienza e fede della Diocesi di Trieste, nato per il desiderio del Vescovo Mons. Crepaldi e su indicazione del Quinto Sinodo Diocesano, inizia il suo cammino con una serie di appuntamenti formativi aperti a tutti. Gli incontri mirano a stimolare il dialogo tra scienza e fede e sono intitolati: "Le scienze della natura in dialogo con la teologia".

I corsi sono declinati in due incontri introduttivi e due moduli. I primi due  incontri si terranno rispettivamente il 10 e 17 febbraio. Affronteranno il tema: "Per un ritrovato dialogo tra scienza e fede", intendondo offrire un inquadramento epistemologico del confronto. Gli incontri del primo modulo, (3 e 17 marzo)affrontano il tema: "Le scienze naturali: fisica e biologia in dialogo con la teologia" cercando di sintetizzare alcuni dei punti nevralgici del rapporto tra scienze e teologia. Gli interventi si tengono a due voci, lo scienziato e il teologo, così da inverare fin da subito il dialogo istituito nell'introduzione. Vi sarà spazio per un dibattito con i partecipanti. Il secondo modulo, intitolato Biologia, offrirà altri due incontri (28 aprile e 12 maggio) rispettivamente su "La teoria dell'evoluzione" e "Prospettive derivanti dalla biologia contemporanea". Il 15 maggio infine, il prof. Lluis Oviedo OFM, terrà una Lectio Magistralis intitolata "Conclusioni e prospettive per il futuro".

Date
10 febbraio 2017 Con Metodo. Scienza e Teologia
17 febbraio 2017 A Confronto. Scienza e Filosofia

1° modulo: Fisica
3 marzo 2017 La nascita e lo sviluppo della fisica moderna
17 marzo 2017 Prospettive derivanti dalla fisica contemporanea

2° modulo: Biologia
28 aprile 2017 La teoria dell’evoluzione
12 maggio 2017 Prospettive derivanti dalla biologia contemporanea

Conclusioni e prospettive per il futuro
15 giugno 2017 Prof. Lluis Oviedo OFM - Lectio Magistralis

Informazioni:
Si richiede la partecipazione al modulo introduttivo, all’incontro conclusivo e ad almeno uno dei due moduli scientifici.
Per iscrizioni ed info: dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19 al numero 040/943793 o scrivendo a lorenzo.magarelli@gmail.com
Quota di partecipazione: 30 euro.

Sede:
Residenza Universitaria “Rifugio Sacro Cuore di Gesù”,
via Fabio Severo 148, dalle 18:30 alle 20:15.

Roma - Mercoledì, 31 Maggio 2017

Mercoledì 31 maggio 2017 si terrà l'ultimo evento del ciclo di incontri di "riflessione" su uomini, animali e macchine promosso da Sefir, Scienza e fede sull’interpretazione del reale. Con il titolo Il nostro destino è scritto nei geni? - Comprendere che avere un patrimonio genetico non elimina la nostra libertà.
Relatore Carlo Cirotto, Già professore ordinario di Anatomia Comparata e Citologia all’Università di Perugia.


"Alcune persone - afferma il professor Giandomenico Boffi, direttore di Sefir - sono sorprese nel sentire che oggi gli scienziati si pongono le domande che sembrano più pertinenti ai filosofi o ai teologi tipo: Chi siamo? Da dove veniamo? Dove andiamo? Che senso ha tutto questo? Ma è una sorpresa non giustificata, perché la distinzione tra una scienza che ci dice “il come” delle cose e una riflessione filosofico-teologica che ce ne dice “il perché” è sempre stata un po’ forzata. La ragione umana infatti comprende la realtà solo all’interno di modi di conoscenza parziali, compreso quello filosofico-teologico, cioè in un intreccio di saperi aperti e complementari".
Con questi incontri ci proponiamo di sollecitare una riflessione sull’uomo mediante un confronto con gli altri animali e con le macchine basato sulle acquisizioni scientifiche contemporanee e sulla relativa narrazione fantastica, con l'obiettivo di rilevare meglio quello che ci contraddistingue come specie umana.
Sede degli incontri il Bibliocaffé Letterario, un progetto speciale all'interno del panorama di Biblioteche di Roma: nasce da una convenzione fra le Biblioteche di Roma e il Caffé Letterario ed è il risultato di un progetto comune in cui la biblioteca esce dai luoghi istituzionali per aprirsi ad un pubblico diverso, integrando funzioni ed orari, mentre il Caffè Letterario consolida la concezione di un locale che diversifica ed integra attività culturali e commerciali.
La presenza di una biblioteca pubblica all'interno di un Caffè Letterario privato rappresenta un progetto del tutto innovativo, che prende spunto dall'esperienza londinese degli Idea Stores, e propone, oltre ai servizi tradizionali offerti dalle biblioteche, orari prolungati di apertura, attività di formazione, in uno spazio polifunzionale di 900 mq. che offre momenti di incontro, zone di ristorazione, libreria, aree espositive, iniziative ed eventi culturali.
 La biblioteca possiede oltre 7.000 documenti tra libri, periodici e audiovisivi.
Particolarmente  ricca è la  collezione di audiovisivi che comprende oltre 3000 titoli di cinema d'autore italiano e straniero e circa 700 cd musicali.


Sede:
Bibliocaffè Letterario,
via Ostiense 95, Roma
h. 17.00

Ascona - Venerdì, 2 Giugno 2017

Segnaliamo, all'interno del ciclo di incontri Eranos 2017, la conferenza "Esteriorità versus interiorità nell'epoca del post-umano" che terrà il prof. Giuseppe O. Longo, Università di Trieste.

Il ciclo di conferenze Eranos 2017 intende sviluppare l'ipotesi che l'interiorità non sia un qualcosa di dato, ma una disposizione all'ascolto di se stessi che presuppone una particolare "educazione dell'anima", alla quale ci ha predisposto la nostra tradizione e quella di altre culture. Ma cosa accade quando questa educazione viene meno? Quando l'interiorità viene tacitata dalla continua estroversione cui ci predispongono le forme contemporanee di comunicazione, educazione e consumo, che tipo di individuo si afferma?

Il post-umano si annuncia come uno stadio dell'evoluzione in cui gli umani si ibrideranno intimamente con le macchine o, addirittura, si trasformeranno in macchine. L'individualità potrà così disarticolarsi nelle sue modalità e funzioni: voci, corpi, pensieri, azioni potranno estendersi al di fuori della sfera della soggettività, dilatarsi, assembrarsi e proliferare, convertirsi e riprodursi. Il sogno del post-umano è, infatti, quello di oltrepassare i confini della dotazione biologica naturale, svincolarsi dalle imperfezioni e dalla mortalità dell'umano ereditata dalla storia biologica e psichica per librarsi nell'infinito virtuale, scomporsi in molteplici presenze a seconda delle particolari finalità e utilità, trasmettersi senza più vincoli, nell'ebbrezza della risoluzione immediata. Ma questo sogno dove ci può portare? Se non accettiamo l'umana fragilità - le sue contraddizioni, le sue ambivalenze, le sue storture, le sue brutture -, rischiamo infatti di costruire un mondo di entità certamente superintelligenti, ma anche prive di coscienza e, perciò, incapaci di dare un senso a sé e alla realtà.

Programma:
"Esteriorità versus interiorità nell'epoca del post-umano"
, prof. Giuseppe O. Longo, Univ. Trieste
Chairman, Fabio Merlini
Discussione

Apéritif dinatoire

Alla fine della conferenza sarà offerto un aperitivo. L'ingresso è gratuito. È gradita l'iscrizione, via e-mail, a info@eranosfoundation.org, o telefonicamente, al numero +41 (0)91 792 20 92

Sede:
Ascona-Monte Verità
Auditorium
ore 18.30

Padova - Mercoledì, 7 Giugno 2017

Incontro con Federico Carminati e Giuliana Galli Carminati per il ciclo "Scienza della spiritualità: dialoghi interdisciplinari".
E' possibile seguire la conferenza in streaming e off line su www.scienceofspirituality.eu.

Sede:
Aula Nievo - palazzo Bo
via VIII Febbraio, 2 - Padova
Quando: 7 giugno 2017 - ore 16
Approfondimenti

Bath, UK - Sabato, 1 Luglio 2017 - Domenica, 2 Luglio 2017

L'appuntamento per l'Annual Sophia Centre Conference è fissato agli inizi di luglio, con il titolo: "Myths and Meaning in the Celestial Spheres".

Il Sophia Centre Press è specializzato in pubblicazioni che riguardano temi relative ai rapporti tra l'umanità e il cosmo. Fondata nel 2009 come parte dell'Università di programma di attività spin-out di Wales Trinity Saint David, è associata con il Centro Sophia dell'Università per lo Studio della Cosmologia e della cultura presso la Facoltà di Lettere e le Arti dello Spettacolo.

In questo convegno rifletterà sul ruolo e la funzione del mito in relazione al cielo, stelle e pianeti.

Deadline for applications to speak: 15 gennaio 2017. Si prega di inviare un abstract di 100-200 parole e una biografia di 50-100 parole come documento di Word (non un PDF) al dott Frances Clynes a f.clynes@uwtsd.ac.uk

Informazioni:
Dr. Nick Campion, n.campion@uwtsd.ac.uk, (University of Wales Trinity Saint David) Chair
http://sophia-project.net/conferences/The-Talking-Sky/index.php

Ulteriori informazioni saranno fornite più avanti

Sede:
Bath Royal Literary and Scientific Institution
16-18 Queen Square,
Bath

Ascona - Giovedì, 7 Settembre 2017 - Sabato, 9 Settembre 2017

Dal 7 al 9 settembre 2017 si terrà il convegno della Fondazione Eranos intitolato: “Dove va il mondo? L’incerto futuro, tra saperi tradizionali e conoscenze scientifiche” 

Speaker:

Stephen Aizenstat (Pacifica Graduate Institute)
Azzolino Chiappini (Facoltà di Teologia di Lugano)
Jaap Mansfeld (Universiteit Utrecht)
Guy Pelletier (Institut de Planétologie et Astrophysique de Grenoble)
Grazia Sho-gen Marchianò (Fondo Scritti Elémire Zolla)
Salvatore Natoli (Università di Milano-Bicocca)
Erel Shalit (Bar-Ilan University, Tel Aviv)

Gli ultimi incontri congressuali della Fondazione Eranos sono stati dedicati a due grandi temi che non hanno smesso di interrogare la riflessione alle varie latitudini: l’origine del male e l’origine del mondo. Su queste questioni “senza tempo”, i Convegni hanno proposto un dialogo tra due culture, quella umanistica e quella scientifica, cercando di metterne a fuoco le implicazioni, i presupposti, le prospettive, in un confronto aperto e intenzionato a superare i rispettivi steccati disciplinari. Con questo spirito, si prosegue anche l’edizione 2017 della Tagung di Eranos, affrontando un tema non meno impegnativo: il mondo ha una fine? Che cosa ha da dirci la scienza a questo riguardo? Quali sono i modelli che parlano della fine del mondo? Quali tradizioni religiose si sono occupate di questa questione? Per quali ragioni, in alcuni momenti storici, il tema attira irresistibilmente su di sé l’interesse? In che misura ciò ha a che vedere anche con l’esperienza del declino di un certo ordinamento societario? La questione del destino del mondo sembra ravvivarsi in modo particolare, infatti, nei momenti di crisi, quando le cose non sembrano più funzionare secondo consuetudine e normalità. Quando la relazione con il contesto in cui viviamo non riesce a “darsi pace”, a vacillare è il nostro stesso “posto nel mondo”. In questa situazione, in cui il futuro perde la certezza, la domanda sul destino del mondo diventa ancora più urgente.

Informazioni
Iscrizione obbligatoria
Traduzione simultanea dall'inglese e francese all'italiano
info@eranosfoundation.org
www.eranosfoundation.org

Trasporto:
A Eranos non vi sono parcheggi per automobili; per chi lo desideri, vi è la possibilità di raggiungere Eranos con bus privato da Ascona (con partenza da Via Albarelle 1, all'ingresso dell'area pedonale del lungolago di Ascona, a fianco dell'Hotel Castello Seeschloss). Il bus partirà da Ascona alle 13:15 di mercoledì e alle 8:45 di giovedì e venerdì; ripartirà da Eranos alle 18:00 di mercoledì e giovedì, e alle 18:30 di venerdì. Per chi necessitasse del trasporto, l'iscrizione è obbligatoria. Il costo è di CHF 15,- a viaggio (andata e ritorno)
Pranzi:
Per chi lo desideri, vi è la possibilità di pranzare a Eranos nei giorni di giovedì, venerdì e sabato. L'iscrizione al pranzo è, in tal caso, obbligatoria. La quota di adesione è di CHF 30.- per ogni singolo pranzo.

Sede
Fondazione Eranos
Via Moscia 125
C.P. 779
6612 Ascona, Svizzera
Tel. +41(0)791943090

Santiago de Compostela - Domenica, 17 Settembre 2017 - Venerdì, 22 Settembre 2017

A Santiago de Compostela si terrà il decimo meeting INSAP (Inspiration of the Astronomical Phenomena)con il titolo evocativo "Road to the Stars". Il programma completo sarà indicato a maggio 2017. L'incontro cercherà di veicolare riflessioni sui fenomeni astronomici abbracciando anche la prospettiva di campi del sapere non strettamente scientifici quali l'arte, la letteratura, la religione e la storia.

Per la conferenza è stato realizzato un sito web di riferimento: www.roadtothestars.org

Per ulteriori informazioni sulla storia e la mission di INSAP: www.insap.org