Tu sei qui

San Tommaso d'Aquino

«La dottrina della fede cristiana s’interessa delle creature in quanto in esse si riscontra di una certa immagine di Dio, e in quanto l’errore su di esse può portare all’errore circa le cose di Dio... Di qui si vede come sia falsa l’affermazione di certuni i quali, come narra s. Agostino, sostenevano che non interessa affatto alla verità della fede quello che ciascuno pensa delle creature, purché abbia un’idea giusta di Dio: l’errore circa le creature, invece, si ripercuote in una falsa idea di Dio.»

s. Tommaso d’Aquino, Somma contro i Gentili, lib. II, cc. III-IV.

Tommaso d´Aquino
Dataordinamento crescente Titolo Opera
1250 La teologia come scienza

Commento al De Trinitate di Severino Boezio, questione 2, articolo 2

1250 I gradi del sapere

Commento al De Trinitate di Severino Boezio, questione 5, articolo 1

1269-1273 Perché lo studio della creazione è istruttivo per la fede: i compiti del filosofo e del teologo nella conoscenza della natura

Contra Gentiles, Libro II, capp. 2-4

1269-1273 Dio conosce le cose che ancora non esistono e dunque anche il futuro contingente

Contra Gentiles, Libro I, capp. 66 e 67

1269-1273 La volontà di Dio non toglie alle cose la loro contingenza né le rende assolutamente necessarie

Contra Gentiles, Libro I, cap. 85

1269-1273 La creazione non è un moto né una trasformazione, esclude successione e durata

Contra Gentiles, Libro II, capp. 17, 18 e 19

1269-1273 Gli argomenti a favore della eternità del mondo e la loro confutazione

Contra Gentiles, Libro II, capp. 32-37

1269-1273 La distinzione delle diverse creature, determinata dalle cause seconde, è dovuta non ad esse, ma all’intenzione della Causa Prima

Contra Gentiles, Libro II, capp. 42 e 45

1269-1273 L’uomo, fine dello sviluppo e del generare di tutto l’universo

Contra Gentiles, Libro III, cap. 22

1269-1273 La conoscenza di Dio è il fine di tutti gli esseri razionali: la felicità dell’uomo consiste nella contemplazione di Dio

Contra Gentiles, Libro III, capp. 25 e 37

1269-1273 La divina provvidenza non esclude del tutto il male delle cose

Contra Gentiles, Libro III, cap. 71

1265-1274 La conoscenza di Dio mediante la ragione naturale e mediante la grazia

Summa Theologiae, parte I, questione 12, articoli 12-13

1265-1274 Il corso della natura e l’intervento di Dio nei miracoli

Summa Theologiae, parte I, questione 105, articoli 6-8

1265-1274 La legge morale naturale fa appello alla ragione ed accomuna tutti gli uomini

Summa Theologiae, parte I-II, questione 94, articolo 4

1265-1274 La illiceità della divinazione e dell’astrologia

Summa Theologiae, parte II-II, questione 95, articolo 5

1265-1274 La natura della luce secondo Tommaso D'Aquino

Summa theologiae, I part, q. 67, aa. 1-4